Usi dell'acqua.

L'acqua riveste un ruolo centrale in una moltitudine di campi delle attività umane. Sostanzialmente si possono suddividere gli usi dell'acqua in tre categorie principali:

Usi civili:

  • Uso potabile : *Alimentazione (preparazione alimenti e bevande); *Igiene (personale e degli impianti sanitari); *Imprese alimentari.
  • Usi civili non potabili (per molti dei quali, comunque, si usa di norma acqua potabile), fra cui: *Spegnimento degli incendi ; *Giardinaggio; *Usi ricreativi (sport acquatici); *Riti religiosi

Usi agricoli:

  • Irrigazione dei campi coltivati;
  • Irrigazione di aiuole e giardini.

Utilizzi industriali:

  •  Fonte energetica in impianti idroelettrici.
  • Applicazioni chimiche (come solvente e agente di reazione).
  • Vettore termico in impianti di riscaldamento e raffreddamento.
  • Taglio ad acqua nel quale si utilizza un getto potente d'acqua per tagliare con alta precisione superfici più o meno spesse di vari materiali.

Sebbene l'acqua ricopra il 70.8% della superficie terrestre, la maggior parte di questa non è utilizzabile direttamente, in quanto necessita di particolari trattamenti, che sono diversificati a seconda dell'utilizzo a cui l'acqua è destinata.

Acqua leggera e acqua pesante

Nell'ingegneria nucleare l'acqua comune viene detta acqua leggera quando viene impiegata come refrigerante/moderatore del nocciolo di un LWR, sia in condizioni sottoraffreddate (reattori PWR) sia in condizioni di ebollizione (reattori BWR). L'origine di questo termine deriva dalla contrapposizione con il termine acqua pesante, che identifica una sostanza chimicamente simile all'acqua ma in cui l'isotopo più comune dell'idrogeno di peso 1 è sostituito con l'isotopo deuterio di peso 2; l'acqua pesante è impiegata come moderatore/refrigerante nei reattori CANDU (reattori nucleari).