Alcune definizioni in materia di ACUSTICA.

RUMORE : Qualunque vibrazione sonora che provochi sull'uomo effetti disturbanti o dannosi per il fisico o per la psiche interferendo negativamente sul benessere e la salute e quindi sulle attività umane quali il lavoro, lo studio, lo svago, il riposo, il sonno e la vita di relazione in generale, è detta rumore.

RUMORE AEREO : E' il rumore che si genera nell’aria e viene trasmesso attraverso la variazione di pressione dell’aria (ad esempio il parlato, ed rumori di apparecchi televisivi o radiofonici). Nell’edificio si distinguono quelli provenienti dall’esterno, rumore del traffico ecc., il cui isolamento riguarda la facciata del fabbricato, da quelli che si generano dalle attività svolte all’interno dell’edificio, apparecchi radiotelevisivi, conversazione degli abitanti ecc. il cui isolamento riguarda le partizioni verticali ed orizzontali divisorie delle diverse unità immobiliari dell’'edificio.

RUMORE da Calpestio : Sono i suoni impattivi cioè i rumore causati all’interno dell’edificio da impatto meccanico di un elemento edilizio che è trasmesso direttamente dalle vibrazioni degli elementi strutturali dell’edificio (ad esempio: i colpi di martello per fissare un chiodo sulla parete, il trascinamento delle sedie o dei mobili sui pavimenti). La fonte più comune è costituita dal calpestio dei passi sul pavimento dei solai.

RUMORE da Impianti : Rumore determinato dal livello sonoro degli impianti a funzionamento continuo (ad esempio il ventilconvettore) ed a funzionamento discontinuo (ad esempio gli scarichi o l’ascensore) il cui disturbo viene misurato in dB(A) ed i cui limiti rispettivamente LAeq e LASmax sono stati fissati dal DPCM 5/12/1997 come valori da misurare in opera nell’ambiente maggiormente disturbato purché diverso da quello in cui si origina il rumore.

RUMORE da Riverbero : Il riverbero è un fenomeno acustico legato alla riflessione dell'onda sonora da parte di un ostacolo posto davanti alla sorgente sonora. Il tempo di riverbero, definito dalla norma ISO 3382 (1997) è il tempo che trascorre finché la sua pressione sonora diminuisce di 60 dB (decibel).

INQUINAMENTO ACUSTICO : E' definito come inquinamento acustico l’insieme degli effetti negativi prodotti dai rumori presenti nell’ambiente in cui si vive. E' prodotto principalmente dai mezzi di trasporto, dagli impianti industriali e commerciali, dai cantieri e dalle infrastrutture legate ad alcune attività creative.

ASSORBIMENTO ACUSTICO : Proprietà di materiali, strutture e oggetti di convertire energia acustica in calore, sia per propagazione in un mezzo, sia per dissipazione quando l'onda sonora colpisce una superficie.

ISOLAMENTO ACUSTICO : E' la proprietà di una struttura d'impedire l'arrivo del suono in un ambiente ricevente. I giunti tra i mattoni devono essere ben serrati per evitare possibili lame d'aria attraverso le quali il rumore passa tal quale vanificando ogni intervento di isolamento acustico.

POTERE FONO ISOLANTE : Il potere fono isolante di un elemento, caratterizza la capacità di ridurre la trasmissione della energia acustica, incidente su di esso attraverso meccanismi di dissipazione, dipendenti dalle proprietà fisiche e meccaniche dei materiali che lo costituiscono.

POTENZA SONORA : E' definito livello di potenza sonora la potenza trasmessa sotto forma di suono, misurata in decibel anziché in watt, in rapporto a una potenza di riferimento di W0 = 10-12 watt. Noto il livello di potenza sonora emessa da una sorgente, è possibile calcolare il livello di pressione acustica ideale indotta dalla sorgente nei vari punti dello spazio. Poiché la pressione è direttamente misurabile con un fonometro, è possibile anche effettuare il calcolo inverso, per determinare la potenza acustica di una sorgente in base alle misure di pressione fatte nelle sue vicinanze.

PONTI ACUSTICI : Qualsiasi punto, anche invisibile, che consente la trasmissione delle vibrazioni e delle onde sonore, e che, di fatto, trasmette il rumore.