Inquinamento del Suolo

Con inquinamento del suolo si indica l'alterazione dell'equilibrio chimico-fisico e biologico del suolo, nonché la predisposizione all'erosione, agli smottamenti e l'ingresso di sostanze dannose nella catena alimentare fino all'uomo.

L'ambiente è un contenitore fisico costituito dalle rocce e dalle forme in cui esse sono modellate; è, quindi, parte del sistema Terra e ne riflette i complessi equilibri

I problemi ambientali nascono proprio in situazioni che provocano variazioni di tali equilibri, che comportano trasformazioni del sistema. La funzione di maggiore importanza è svolta dall'uomo, il quale ha il potere, con i propri interventi, di risanare determinati aspetti dell'ambiente, ma anche di devastarne degli altri.

Con l'attività umana vengono messe in circolazione alcune sostanze in quantità e concentrazioni così massicce da superare la capacità del Pianeta di diluire queste sostanze fino a ridurle a concentrazioni innocue. 

Tre importanti elementi hanno determinato un incremento eccessivo dell'inquinamento:

  • l'aumento della popolazione,Inquinamento del suolo con pesticidi.
  • il grande sviluppo delle città,
  • l'utilizzo di tecnologie rischiose per l'ambiente.

La Rivoluzione Industriale ha comportato gravi sconvolgimenti in gran parte del nostro pianeta; con essa ha avuto inizio un intenso processo di urbanizzazione che ha implicato il degrado della città e delle sue strutture fisiche. Una filosofia dello sviluppo basata sull'idea che il benessere fosse esclusiva funzione della produzione industriale e che quest'ultima fosse destinata a crescere illimitatamente nel corso del tempo si è radicata nelle popolazioni a tutte le latidudini  inaugurado l'epoca di un consumo di risorse energetiche e ambientali tali da aver causato una profonda alterazione delle condizioni climatiche terrestri. Nel giro di poco tempo si sono originate le megalopoli costituite da milioni di abitanti, che ha comportato un disordinato accrescimentodella popolazione e alla formazione di agglomerati urbani provvisori privi di ogni misura igienica. Tante di queste popolazioni che vivono in condizioni di grave disagio a tutt'oggi non dispongono di un'organizzazione adeguata per lo smaltimento dei rifiuti. Questi inconvenienti oltre al pericolo di malattie, portano anche a un eccessivo carico biologico dei corsi d'acqua, all'inquinamento del suolo da parte di rifiuti vari (plastiche, metalli, sostanze organiche) e quindi alla contaminazione anche di falde acquifere e a un profondo degrado ambientale.