Le ENERGIE RINNOVABILI.

Il sole e le energie rinnovabili

Sono energie rinnovabili (o anche fonti di energia rinnovabile) le fonti di energia non soggette a esaurimento. Infatti, le energie da fonti rinnovabili sono quelle derivate dall’utilizzo di materiali naturali che sono inesauribili.  Quelle tradizionali sono invece generate da fonti esauribili e in quanto tali disponibili in quantità definita, per quanto ingenti possano essere le scorte, come i combustibili fossili (carbone, petrolio, gas, uranio…).  L’energia rinnovabile è tratta dal sole (fotovoltaica), dal vento (eolica), dal moto ondoso (marina), dalle masse di scarto (biomassa), dalle acque calde delle viscere della terra (geotermia). Ma l’energia rinnovabile ha un’altra fondamentale caratteristica: quella di non produrre effetti negativi sull’ambiente, né modifiche al clima e tantomeno variazioni alla temperatura globale della terra. Ecco perché le energie rinnovabili sono le risorse del futuro

La normativa italiana considera fonti di energia rinnovabili:

  • il sole,
  • il vento,
  • le risorse idriche,
  • le risorse geotermiche,
  • le maree,
  • il moto ondoso,
  • la trasformazione in energia elettrica dei prodotti vegetali o dei rifiuti organici e inorganici.

Per definizione sono esclusi da questa categoria tutti i combustibili fossili (carbone, gas naturale, petrolio) poiché soggetti a esaurimento. Ne è esclusa anche l'energia nucleare (pericolosa, visto i tanti disastri).

Le Fonti Energetiche Rinnovabili, FER, (solare termico, fotovoltaico, eolico,..) stanno vivendo una stagione di grande sviluppo a livello mondiale, assumendo un peso sempre maggiore nella produzione energetica. Queste fonti energetiche, oltre ad essere inesauribili, sono ad impatto ambientale nullo in quanto non producono né gas serra né scorie inquinanti da smaltire. In buona sostanza, le energie rinnovabili, sono forme di energia alternative alle tradizionali fonti fossili (che, invece, sono energie non rinnovabili).

Molte di esse hanno la peculiarità di essere "energie pulite", cioè di non immettere nell'atmosfera sostanze inquinanti e/o climalteranti (quali ad esempio CO2). Per tale motivo, sono alla base della cosiddetta “politica verde”. Inoltre, le energie rinnovabili permettono l'uso di metodi sostenibili per il loro sfruttamento; in tal caso, il loro utilizzo non pregiudica le stesse risorse naturali per le generazioni future. Si calcola che, attualmente, in Italia le fonti rinnovabili garantiscono oltre il 37% dei consumi elettrici, ma non basta per essere in linea con l'ambizioso programma 20-20-20 (finanziato) della U.E. (direttiva 2010/31/UE, recepita dall'Italia con la Legge n. 90/2013). A differenza dei combustibili fossili (carbone, petrolio ecc.) e nucleari (fonti di energia inquinanti e pericolose), le fonti rinnovabili, quali sole, vento, mare, calore della terra, sono:

  • inesauribili,
  • pulite,
  • sicure.

In particolare, evidenziamo in dettaglio, le diverse fonti di energie rinnovabili che la tecnologia ci permette di utilizzare gratis per produrre:

  • energia elettrica,
  • acqua calda sanitaria e per il riscaldamento invernale,
  • aria e acqua fredda per il raffrescamento estivo.

E' veramente possibile, pertanto, evitare di bruciare carbone, petrolio e suoi derivati o, comunque, combustibili fossili, per sostenere il benessere abitativo (e non solo) a cui il progresso ci ha abituati, negli ultimi decenni.