A.P.E. 2015 : sintesi ...

..... per il cittadino non esperto

Questa parte è dedicata al navigatore (il cittadino) non competente della materia, che spesso è chiamato al rispetto delle numerose e complesse variazioni legislative in materia energetica e ambientale. Infatti, a partire dalla Legge n. 10 del 9 gennaio 1991, e fino alla Legge n. 90 del 3 agosto 2013, alla luce degli aggiornamenti apportati alle norme UNI TS 11300, con le revisioni del 2014 - 2016 e, in ultimo, con i Decreti interministeriali in vigore dal 1° ottobre 2015, è cambiata la normativa sul risparmio energetico. Sul Supplemento Ordinario n. 39 alla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 16-7-2015 sono stati pubblicati i tre nuovi Decreti Interministeriali (MISE di concerto con MATTM, MIT e MSPA) che definiscono le nuove Linee Guida Nazionali, in sostituzione di quelle di cui al DPR n. 59/2009 per l'APE (Attestato Prestazione Energetica) degli edifici.

Tutta la parte normativa tecnica e legale che si riferisce al nuovo A.P.E. è racchiusa nel sottostante prospetto.

(inserire quadro dei link per i 3 DM  26 giugno 2015)

I contenuti essenziali che deve riportare la certificazione (A.P.E.) sono condensati nel prospetto a lato.

APE 2015 La normativa è unica per tutte le Regioni

Unico per tutte le Regioni: con le nuove LINEE GUIDA NAZIONALI emanate con il D.M. 26 giugno 2015, il formato è unico per tutto il territorio dello Stato Italiano.

Le Regioni e le Provincie Autonome che, in virtù dell'Art. 17 del D.Lgs. 192/05 (Clausola di Cedevolezza), si erano già adeguate alla Direttiva 2010/31/U.E., alla data di entrata in vigore di questa norma statale, sono obbligate al relativo adeguamento entro il 1° ottobre 2017.

Dal 1 ottobre 2015, pertanto, con il nuovo A.P.E. 2015, sono scattati obblighi e sanzioni la cui informazione alla popolazione, a nostro avviso, è stata insufficiente se non proprio del tutto carente, vista anche la misura delle sanzioni.  

Per meglio comprendere gli obblighi della certificazione derivanti dalla sostituzione, modifica e integrazione dell'articolo 6 del DLgs n. 192/05, a seguito della pubblicazione dei Decreti Legge n. 63/13, DL n. 145/13 e dalla successiva conversione in Legge n. 90 /2013, e Legge n. 4 /2014, nonché di norme tecniche collegate, qui di seguito abbiamo elaborato uno schema riassuntivo degli obblighi e delle sanzioni, conseguenti al mancato rispetto di tale normativa, con una tabella in cui sono indicati i commi relativi all'articolo 6 del DLgs 192/05 così come modificati e/o integrati, fino ai DM 26 giugno 2015.

Preliminarmente, però, è necessario distinguere tra:

  • obbligo di dotazione o di produzione dell'A.P.E. ;
  • obbligo di consegna dell'A.P.E. il cui adempimento va documentato con l'inserimento in atto di una apposita clausola con la quale l'acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto la documentazione;
  • obbligo di allegazione dell'A.P.E. al contratto;
  • di informazione dell'A.P.E. il cui adempimento và documentato con l'inserimento nell'atto di apposita clausola con la quale l'acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto le informazioni contenute nel suddetto documento.

(inserire tabella obblighi)