BINOMIO IMPRESCINDIBILE

AVVISO :
Questo sito non usa Cookies e non memorizza in alcum modo le Tue Informazioni

> Informativa Privacy       > Direttiva e-Privacy       > Documenti GDPR

l'edilizia e la ..
stretta relazione
con la termica

Il complesso delle attività umane, per la maggior parte, si svolge in edifici edili come la casa, l'ufficio ,la fabbrica, la scuola, il teatro, l'ospedale etc.

L'edificio è l'involucro edilizio entro cui si svolge la vita umana nelle diverse attività. E' importante che questo involucro renda sempre confortevole la permanenza delle persone al suo interno.

Il progresso dell'umanità ha definito primarie esigenze abitative, la dotazione di acqua calda sanitaria, del riscaldamento e raffreddamento stagionali negli edifici. Oggi l'edificio in quanto involucro edilizio deve soddisfare determinate caratteristiche termiche, tali che l' involucro assicuri sempre il comfort abitativo.
Image
Image
Image
Image

involucro edilizio

L’ "involucro edilizio" è un elemento architettonico che delimita e conclude perimetralmente l'organismo costruttivo e strutturale. La sua funzione è quella di mediare, separare e connettere l'interno con l'esterno, ma esso è anche un elemento ambientale, che delimita e identifica gli "spazi esterni circostanti".

confort abitativo

"Il comfort abitativo è una condizione di benessere che si crea all'interno di un ambiente in funzione di quattro parametri, ovvero la temperatura, la qualità dell'aria, l'acustica e la luminosità".

Termica in Edilizia

Perchè è tanto importante?

Temi fondamentali per l'involucro edilizio sono sicuramente l'isolamento termico, alla luce degli elevati costi della energia e delle norme ambientali sempre più restrittive (per la riduzione delle emissioni in atmosfera e il risparmio energetico) e l'isolamento acustico per il comfort abitativo

Per soddisfare le moderne esigenze abitative senza dover ricorrere a consumi energetici proibitivi per le persone meno ricche, bisogna agire necessariamente sui due componenti principali che costituiscono il problema:

  • Involucro Edilizio

All'involucro edilizio bisogna dare la protezione necessaria per trattenere il caldo all'interno nel periodo invernale e evitare che nel periodo estivo il caldo raggiunga gli ambienti interni. Si deve agire principalmente sull'isolamento termico per renderlo performante sotto questo aspetto.

  • Impianti tecnologici  (Riscaldamento / Raffrescamento)

Gli impianti termici, sia quelli per la produzione del caldo, sia quelli per la produzione del freddo, devono necessariamente essere progettati e dimensionati per un elevato rendimento secondo le tecnologie più recenti e gli accorgimenti di funzionamento più appropriati che consentano un effettivo contenimento energetico.

Eliminare le
Dispersioni

INVOLUCRO e DISPERSIONI

L'involucro non isolato disperde tanto ....

Impianti
Tecnologici

INVOLUCRO non ISOLATO

Ecco tutte le possibili dispersioni ...

Isolamento
Termico

INVOLUCRO bene ISOLATO

Il calore rimane all'interno ...

Isolamento
Acustico

Un buon ISOLAMENTO Termico

Migliora anche l'Acustica

Orientamento Edificio

In funzione del fabbisogno energetico belle diverse stagioni

Schermature Estive

Calcolo delle schernature

Vetri Atermici

Calcolo dei doppi vetri

Risparmio Energetico: cosa serve ?

Come puoi ottenerlo ?

Dispersioni termiche

Le dispersioni termiche dell' involucro edilizio non riguardano solo il perimetro esterno dello stesso (pareti esterne e copertura) ma anche le diverse composizioni interne degli ambienti.

Ponti Termici

Il ponte termico è quella zona locale limitata dell'involucro edilizio che rappresenta una densità di flusso termico maggiore rispetto agli elementi costruttivi adiacenti.

Cura dei dettagli

La cura dei dettagli è molto importante per aver un sensibile risultato.

Impianti adeguati

L'involucro edilizio, per essere confortevole nelle diverse stagioni dell'anno, ha bisogno di determinati servizi che sono definiti impianti tecnologici, che devono essere adeguati dimensionalmente

ENERGIE RINNOVABILI: il Sole.

Fonte di energia non soggetta a esaurimento

ENERGIE RINNOVABILI: il Vento

Fonte di energia non soggetta a esaurimento

ENERGIE RINNOVABILI: calore terrestre

Fonti di energia non soggette a esaurimento

ENERGIE RINNOVABILI: i Fiumi e il Mare

Fonti di energia non soggette a esaurimento

I Marchi di prodotti, servizi e la Qualità

Nello scorso secolo per avere certezza della qualità di un prodotto o di un servizio in una determinata zona, si faceva riferimento alla conoscenza diretta o indiretta della Azienda che lo produceva o che lo forniva. Nella conoscenza indiretta in qualche modo il Marchio Industriale o Commerciale era la via più probabile. Con la globalizzazione dei mercati avvenuta a fine secolo scorso (WTO), si è avvertita la necessità di garantire la qualità di prodotti o servizi emanando, a livello internazionale, Norme Specifiche (ISO 9000 e seguenti) sulla scorta di quelle americane. Tali norme sono state recepite in larga parte dai Paesi Occidentali ma non da tutti gli Stati che hanno aderito al WTO.
Marchi di Prodotti e Servizi
Client 1
Client 2
Client 3
Client 4

Ultime novità. Normative che cambiano !

Il 10 giugno 2020 è stato approvato dal Governo il Decreto Legislativo n. 48/2020 che recepisce la Direttiva (UE) 2018/844 (EPBD III) del 30 maggio 2018, modificatrice della Direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia e la Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica. Questo Decreto Legislativo sostituisce completamente la Legge 90/2013, principale riferimento normativo per il calcolo della prestazione energetica, i requisiti minimi e le prescrizioni di progetto, gli edifici NZEB, l’impiego di fonti rinnovabili e l’APE.  La Direttiva Europea n. 844 del 30 maggio 2018, meglio nota come  EPBD III (Energy Performance of Buildings Directive), è nata con l’intento di razionalizzare le disposizioni dei precedenti provvedimenti, cioè dal “pacchetto clima - energia 20-20-20” i cui obiettivi si sarebbero dovuti raggiungere entro il 2020 :

  • taglio del 20% di emissioni gas a effetto serra (rispetto ai livelli del 1990);
  • il 20% del fabbisogno energetico ricavato da fonti rinnovabili;
  • il miglioramento del 20% dell'efficienza energetica.
Sono molte e importanti le novità, dei Decreti Attuativi che modificano gli schemi precedenti della Legge 10/91 e, successivi provvedimanti per l'Attestato di Prestazione Energetica (APE).

Gli ENTI di CONTROLLO

Gli Enti di Controllo delle procedure tecniche adottate per il rispetto delle norme di Legge, in linea di massima sono di competenza Regionale. Le Leggi in materia, attribuiscono a vari livelli, competenze di controllo anche a Enti come, per esempio, ENEA, Agenzia per le Entrate ecc. Ciò perchè a queste norme, spesso, sono anche legati bonus e incentivi fiscali di vario tipo.